Archivio 2011-2016

Tabulas - Manlio Cammmarata progetti editoriali


Blog e altro di Manlio Cammarata

Manlio Cammarata progetti editoriali
Lo Zen e l'arte dell'edizione degli ebook
Fare libri elettronici è un mestiere nuovo, anzi antico
Il senso di questo sito

Su di me,
se ti interessa conoscermi
Tutti i miei libri
su carta o in ebook
(1987-2015)

In primo piano
Blog
Self-publishing
Piccolo manuale della buona scrittura
Libri e-libri
Recensioni in 2000 battute
Lingua lessa e cervello fritto
Tabulae del terzo millennio
InterLex Newsletter
Normativa sull'editoria
Indice storico
Contatti
Informazioni su Tabulas
 

 

L'evoluzione dei libri liquidi: più mercato e più qualità

L'e-book verso la maturità. Anche gli editori?

In primo piano - 10.02.12
Il mercato cresce anche in Italia. Diversi editori lanciano collane a prezzi minimi. Amazon rilascia il nuovo formato KF8: multimediale, ma soprattutto basato su uno standard. ISTAT: l'e-book nel "paniere" dei prezzi al consumo.

Il mondo degli e-book si muove. Nei diversi settori della filiera si registrano continuamente novità interessanti, anche se i problemi non mancano. Ecco alcuni spunti che danno la misura dell'evoluzione in atto.

Incominciamo con alcuni numeri. Raccolti qua e là, quindi con beneficio di inventario, in particolare dal sito del convegno If book then, che si è svolto a Milano nei primi giorni del mese, organizzato da Book republic.
In Italia nel 2011 sarebbero stati scaricati tra gli 800 e i 900 mila libri dai principali e-book store. Copie regolari. Quante quelle pirata? Nessuno lo sa, ma quello ufficiale è un numero non trascurabile, considerando la diffusione minima dei dispositivi di lettura. Che ora, dopo le vendite di fine anno, dovrebbero essere almeno 200.000. Si aggiungono i forse 700.000 tablet, che però di solito non sono acquistati con l'intento principale di leggere libri.

Altra musica negli Stati Uniti, dove ormai il mercato degli e-book ha raggiunto il 20 per cento delle vendite di libri. Non ci sono cifre assolute attendibili, perché il principale distributore, Amazon, non fornisce dati specifici. D'altra parte quelli che vengono diffusi a volte sembrano strampalati. "Negli Stati Uniti il numero di tablet e ebook reader, dagli iPad Apple ai Kindle di Amazon, è passato da quaranta a ottanta milioni di pezzi divisi fra le due tipologie", dice Marco Ferrario di Book republic (su Repubblica del 2 febbraio).

Se si considera che il Kindle è un dispositivo di lettura che costa un quinto dell'iPad, e che il secondo serve anche (e male) a leggere libri, appare improprio mettere insieme i due apparecchi per valutare le dimensioni del mercato.
Per noi è più interessante sapere che nel 2011 in Italia il settore degli e-book sarebbe passato dallo 0,1 allo 0,5 per cento del mercato dei libri. Ancora troppo poco perché si possa parlare di boom.

Ma altri segnali inducono all'ottimismo: sembra che i nostri editori, sempre molto prudenti, incomincino a capire che il mercato i libri liquidi non è la morte del libro e, sopratutto, del suo business. Assaggiano il mercato: qualche titolo recente viene venduto in formato digitale a un prezzo che è circa la metà di quello del libro di carta (come è logico che sia, conti alla mano). Altri lanciano collane a basso prezzo. Fazi, per esempio, propone libri di economia, finanza e geopolitica a un euro, in italiano e in inglese (scelta acuta, considerando le dimensioni del mercato anglofono).

Feltrinelli adotta i fatidici 99 centesimi per una collana che comprende titoli interessanti, fra i quali diversi best seller del passato recente, con autori noti: un ottimo incentivo per indurre alla lettura anche i più riottosi tra i troppi non-lettori dello Stivale.
Ma forse la notizia più significativa viene dall'ISTAT: i prezzi degli e-reader e del downnload degli e-book sono entrati nel "paniere" dei prodotti valutati per il calcolo dei prezzi al consumo. Una scelta forse prematura, considerando le attuali dimensioni del mercato. Ma certo non casuale, da parte di un ente che conosce molto bene le dinamiche dei mercati.

Cambiamo prospettiva e guardiamo le novità dal punto di vista della produzione editoriale. Una novità annunciata da qualche tempo, ma comunque importante, è il rilascio del nuovo formato di Amazon per gli e-book da leggere sui Kindle. Si chiama KF8 (Kindle Format 8), consente di inserire contenuti multimediali e di impaginare i libri in forma meno rudimentale di quanto sia possibile fare adesso. Da provare al più presto.

Il KF8 si pone in diretta concorrenza con l'altrettanto nuovo  iBooks Author 2 di Apple (vedi Formati e-book, Apple aumenta la confusione). Ma quello di Amazon è un formato molto più aperto, perché si può usare su qualsiasi piattaforma e non pone limiti ai canali di distribuzione. Inoltre, stando ai dati della casa, rispetta in pieno lo standard aperto HTML 5. Questo dovrebbe significare la possibilità di realizzare efficaci software di editing (che per ora mancano anche per la piattaforma ePub) e così migliorare la qualità dei libri.

Tirando le somme, nei prossimi mesi avremo di che divertici.

Per dire la tua su questo argomento, vai alla pagina dei contatti di InterLex
Inizio pagina    Indice di questa sezione    Home

© Manlio Cammarata 2014

  Informazioni di legge

Come leggere gli ebook
anche senza un e-reader
Manlio Cammarata - Un doppio enigma, colonnello Rey
Un omicidio in una stanza chiusa. Una storia di spie, traditori e codici segreti. 
Leggi tutto
Le recensioni
ebook  € 2,99 - Acquistalo
Il colonnello Rey - Facebook
Manlio Cammarata - Il colonnello Rey, suppongo
Un giornalista che scompare.
Una "talpa" nel Palazzo.
Un agente segreto senza pistola. 
Leggi tutto
Le recensioni
ebook  € 2,99 - Acquistalo
Manlio Cammarata - Libri liquidi
Dall'edizione di carta al self-publishing elettronico: storia, tecnica e pratica del nuovo modo di leggere, di scrivere e di pubblicare.
Leggi tutto
Le recensioni
ebook € 1,99 - Acquistalo