Archivio 2011-2016

Tabulas - Manlio Cammmarata progetti editoriali


Blog e altro di Manlio Cammarata

Manlio Cammarata progetti editoriali
Lo Zen e l'arte dell'edizione degli ebook
Fare libri elettronici è un mestiere nuovo, anzi antico
Il senso di questo sito

Su di me,
se ti interessa conoscermi
Tutti i miei libri
su carta o in ebook
(1987-2015)

In primo piano
Blog
Self-publishing
Piccolo manuale della buona scrittura
Libri e-libri
Recensioni in 2000 battute
Lingua lessa e cervello fritto
Tabulae del terzo millennio
InterLex Newsletter
Normativa sull'editoria
Indice storico
Contatti
Informazioni su Tabulas
 

 

L'IVA ridotta sugli ebook bocciata dalla Corte di Lussemburgo 

Sentenze europee: i libri stampati, gli ebook e le banane

In primo piano - 11 marzo 2015

Francia e Lussemburgo condannate a ripristinare l'IVA ordinaria sui libri in formato elettronico (per l'Italia c'è tempo): secondo i giudici un ebook non è un libro, ma un servizio. Ma che c'entrano le banane?

Lo vedremo tra poco. I fatti sono noti.  Il 1. gennaio 2012 la Francia ha ridotto al 5,5 per cento l'IVA sugli ebook, mentre Il Granducato ha adottato un'aliquota "super ridotta" al 3 per cento. Questa  è addirittura al di sotto del minimo del 5 per cento, stabilito dalla normativa europea per qualsiasi aliquota dell'imposta sul valore aggiunto.

La Commissione europea ha citato i due stati membri davanti alla Corte di giustizia, che ha sede a Lussemburgo, per l'asserita violazione di diverse direttive: Queste affermano con sufficiente chiarezza che ai testi "da scaricare" o da leggere "in streaming" deve essere applicata l'IVA ordinaria (quella che in Italia al 22 per cento).

Ora vediamo il nocciolo della questione, cercando di guardare un po' più in là della "nota" che è stata commentata da tutti i media, e andiamo a leggere le due sentenze. Una riguarda  la Francia (C-479-13) e una riguarda il Lussemburgo (C-502/13). 

L'idea che "un libro è un libro", a prescindere dal supporto, non ha neanche lontanamente sfiorato la Commissione denunciante. Dal canto loro, i giudici di Lussemburgo hanno compulsato con la massima diligenza direttive e regolamenti e hanno concluso che un ebook non è un libro, cioè che un libro non è un libro. Due sentenze paradossali.

Eppure dalla lettura dei testi emerge che le argomentazioni dei due "imputati" (più uno, il Belgio, che appoggiava la Francia) non erano campate in aria. In ambedue le cause tra due tesi contrapposte era possibile scegliere quella della difesa.

Non è andata così. C'è qualcosa di surreale in questi ragionamenti: per capire se un libro è un libro non si va esaminare l'oggetto del contendere (il libro, appunto), ma una serie di norme fiscali scritte nel 2006 e nel 2010, che pretendevano di definire qualcosa che, nei fatti, non esisteva o non aveva ancora un mercato.

A chi si occupa del diritto comunitario tornano alla mente i due celebri casi (United Brands C27-76 e co-Frutta 193/85), nei quali la Corte dovette stabilire se le banane fossero o no "paragonabili" o "intercambiabili" con l'altra frutta e se con questa "costituissero un unico mercato". E giunse a  conclusioni diverse e contraddittorie.

Con gli ebook si arriva a una situazione simile e forse ancora più paradossale, perché la stessa Commissione che ha denunciato i due Stati ora dice che l'equiparazione dell'IVA per i libri stampati e quelli in formato elettronico sarà introdotta nella nuova direttiva, prevista (se tutto va bene) per il prossimo anno.

Sarà interessante vedere se, dopo queste affermazioni, la Commissione avrà la faccia tosta di denunciare anche l'Italia, che ha deciso l'equiparazione al 4 per cento dal 1. gennaio di quest'anno. In ogni caso, visti i tempi della giustizia europea, l'eventuale procedura si spegnerebbe in seguito all'emanazione delle nuove norme.

Ora Francia e Lussemburgo potrebbero fare finta di niente e mantenere l'IVA ridotta. Questo comporterebbe una nuova procedura per una sanzione pecuniaria, con gli stessi tempi e le stesse conseguenze prevedibili per l'Italia.
Tutto al condizionale, naturalmente, dato il contesto.

E senza dimenticare che in tutta la questione non sono in gioco la promozione culturale, la diffusione della lettura e altre chimere, ma solo gli introiti degli editori (vedi L'IVA al 4 per cento non serve a promuovere l'ebook).

Per dire la tua su questo argomento, vai alla pagina dei contatti di InterLex
Inizio pagina    Indice di questa sezione    Home

© Manlio Cammarata 2015

  Informazioni di legge

Come leggere gli ebook
anche senza un e-reader
Manlio Cammarata - Un doppio enigma, colonnello Rey
Un omicidio in una stanza chiusa. Una storia di spie, traditori e codici segreti. 
Leggi tutto
Le recensioni
ebook  € 2,99 - Acquistalo
Il colonnello Rey - Facebook
Manlio Cammarata - Il colonnello Rey, suppongo
Un giornalista che scompare.
Una "talpa" nel Palazzo.
Un agente segreto senza pistola. 
Leggi tutto
Le recensioni
ebook  € 2,99 - Acquistalo
Manlio Cammarata - Libri liquidi
Dall'edizione di carta al self-publishing elettronico: storia, tecnica e pratica del nuovo modo di leggere, di scrivere e di pubblicare.
Leggi tutto
Le recensioni
ebook € 1,99 - Acquistalo